Chi è la G.E.I.‎ > ‎

Preventivi ed altro...


   CELL. 3498068383                       P.IVA.: 01500260490                    C.F.:GRNGDU66E26G687W                TEL.  0402605075
                               gronchielettroimpianti@geidigronchiguido.com                                      g.e.i@email.it

E' possibile ricevere anche preventivi via e-mail, naturalmente relativi alle informazioni fornite, scaricando un documento in alcuni formati, compilandolo in tutte le sue parti e se ritenete necessario aggiungendo ulteriori notizie.
Inviando poi come allegato alla vostra e-mail .
I preventivi sono redatti nei minimi particolari, elencando tutti i punti precedentemente concordati con il committente, dove vi sono particolari necessità viene anche scorporato in più parti, in modo da proporre una maggiore trasparenza.
Per tutelare sia il cliente e la ditta stessa, in ultima pagina sono redatte alcune note comportamentali, con uno spazio dove potranno essere inserite e/o elencate modifiche al preventivo, in modo tale da poter ottenere, da entrambe le parti, la massima chiarezza.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Si realizzano anche preventivi via email, fornendo informazioni più dettagliate possibili, indicando i mq del locale, tipo del locale, potenza impegnata (Kw del contatore d'energia), tipo di fornitura (monofare-230V o Trifase-380V) ed una planimetria allegata alla e-mail in formato PDF con i punti luce, punti presa, interruttori, utilizzando delle simbologie riportate nel disegno.

TRACCE PER L'IMPIANTO:
Quando si rende necessario o viene richiesto di effettuare l'impianto sotto traccia, questo significa effettuare delle aperture nel muro grandi quanto il numero ed il tipo di tubazioni che dovranno esser posate al loro interno ed anche l'alloggiamento delle scatole di derivazione ( dove saranno fatti i collegamenti elettrici dell'impianto) e delle scatole di alloggiamento di interruttori e prese.

scatole che conterranno gli interruttori e le prese.
Questi tipi di lavori possono esser realizzati dalla ditta G.E.I. o dal committente o altre ditte.
Da concordare quindi:
  • chi effettua le tracce
  • chi smaltisce i rifiuti
  • chi effettuerà la muratura delle tracce e scatole
 Tutto il necessario per preventivare un impianto elettrico

Realizzare un impianto elettrico l'installatore ha necessità d'avere dal committente alcune informazioni, quindi per accelerare questa pratica è necessario che il committente segni su di una planimetria, non necessariamente in scala, i punti luce (corpi illuminanti), punti di comando (interruttore..per semplificare), punti presa (la scatola che accoglie le prese, bipasso per spina piccola e grande o universale per spina piccola+grande+tedesca “Schuko), punti presa TV e telefono e/o prese dati (scatola che accoglie la presa del telefono, TV e presa dati), a noi installatori necessita anche sapere se un punto luce si accende/spegne da più punti, questo perché l'impianto deve essere strutturato in un modo diverso.

L'accensione/spegnimento di un punto luce da più punti può essere gestito anche tramite un sistema di pulsanti, questo è un sistema che aumenta la flessibilità per eventuali cambiamenti della posizione di accensione/spegnimento.

Per l'illuminazione, nel caso debba essere utilizzato strip-led (le strisce di led adesive..per capirci) deve essere fatto presente in quanto in base alla sua lunghezza deve essere utilizzato un alimentatore con una relativa potenza e quindi con dimensioni variabili, questo deve essere “nascosto” all'interno di vani e/o scatole di derivazione, quindi deve essere progettato in precedenza, come per l'installazione di faretti, i quali hanno necessità d'avere uno spazio di contro-soffittatura di circa 10 cm, a meno che non si utilizzi faretti detti compatti, i quali hanno uno spessore di pochi centimetri.

Una particolare attenzione deve essere prestata alla cucina, individuare le dotazioni da inserire, frigo, lavastoviglie, ecc, ma in particolare se viene utilizzato il piano ad induzione, questo necessita di una linea dedicata, proprio per la potenza assorbita.

Da considerate che in questo locale ogni presa che resta dietro alla cucina componibile è definita “nascosta” e DEVE essere comandata da interruttori bipolari, quindi va predisposto uno spazio dove poter inserire una scatola per il loro alloggiamento.

Per quanto riguarda il rifacimento di un impianto e quindi la realizzazione di tracce dove verranno posate le tubazioni è da tenere presente la realizzazione a pavimento e/o a contro-soffitto, nel caso in cui venissero sostituiti, in questo modo risulta molto più veloce la realizzazione e meno onerosa, invece di passare perimetralmente attraverso le pareti di stanze per raggiungere un determinato punto, quindi anche questa è un informazione utile per l'installatore.

L'indicazione relativa all'installazione di un climatizzatore è importante non solo per la realizzazione di una linea dedicata per la macchina ma anche per la progettazione del centralino da dover installare, questo, per avere un buon utilizzo deve essere più selettivo possibile, quindi con più salvavita che raggruppano i vari circuiti in modo da permettere l'utilizzo di illuminazione e prelievo di energia anche quando si verificano problemi su una parte d'impianto.

A proposito di problematiche ...è sovente lo sgancio dell'interruttore del contatore di fornitura a causa del superamento della fornitura più il 10% concesso, con la selettività dell'impianto tramite gli interruttori di protezione installati nel centralino non garantiscano la risoluzione di questo problema, per risolverlo è necessario installare un sistema chiamato “Controllo dei Carichi”.

Questo sistema, tramite impostazioni in fase di programmazione tiene sotto controllo gli assorbimenti dell'impianto, verificando il raggiungimento della fornitura, in modo tale da scollegare alcune utenze (lavatrice..lavastoviglie..ecc) in modo da non far sganciare l'interruttore del contatore, a tempi prestabiliti effettua un reinserimento dell'elettrodomestico scollegato e verificando che non si raggiunga di nuovo il valore limite, altrimenti lo sgancia nuovamente.

Questi sistemi esistono radio o filare, entrambi vanno progettati, anche se in modo diverso, in anticipo,utilizzando  scatole e via cavi idonee.

Considerando tutte queste cose non passa in secondo piano il tipo di fornitura che si vorrebbe richiedere, va da se che più utilizzatori si intende installare è minore è la fornitura sarà difficile utilizzare due elettrodomestici di una certa potenza nello stesso momento e sempre più si renderebbe necessario il controllo dei carichi.

Nella realizzazione deve essere tenuto presente l'installazione di luci di emergenza, rese obbligatorie dalle normative, queste devono essere utilizzate soprattutto in presenza di scale, zona molto pericolosa nel caso di mancanza di illuminazione improvvisa e nelle vicinanze del centralino.

Nelle varie opere sarebbe da considerate perlomeno la predisposizione di una tubazione da portare dal centralino al citofono/video-citofono, questo nel caso che un giorno debba essere installato un video-citofono Wi-Fi che spesso, se non sempre, ha la necessita di una alimentazione indipendente dall'impianto condo,miniale.

Ed in fine...l'installazione di un eventuale impianto di allarme, filare o via radio, il primo ha il predio di non utilizzare batterie nei sensori che logicamente a periodi vanno sostituite per garantire il loro funzionamento, ma di contro ha la problematica che le posizioni dei sensori devono essere ben ricercate in base alla posizione di mobili e quant'altro, questo perché devono essere posizionate le tubazioni per introdurre i fili di collegamento, lo spostamento del mobilio potrebbe invalidare il funzionamento del sensore per oscuramento, con il sistema radio è sufficiente fare altri fori di fissaggio ed il gioco è fatto, con questo non voglio dire che un sistema è migliore dell'altro, sono entrambi validi , ma vanno ponderati in fase di progettazione e individuare il migliore...anche in base ai costi da affrontare.

Come si vede non è proprio una passeggiata progettare la realizzazione di un impianto elettrico con tutto quello che ne consegue....al termine di questa pagina si può trovare il documento in PDF editabili con informazioni da inserire per la richiesta di un preventivo on-line, logicamente, anche se effettuato on-line si potrebbero riscontrare problematiche non quantificate per mancanza di un sopralluogo che è sempre e comunque gratuito, telefonate o inviate un messaggio anche tramite Whatsapp per un sopralluogo.

 
I controlli di impianti elettrici nel caso di mal funzionamento, sono effettuati con uno strumento dedicato al controllo degli interruttori di protezione.Anche gli impianti realizzati sono testati da questo strumento ed i risultati inseriti, come allegati facoltativi, all'interno della certificazione di conformità.

Tutti i lavori svolti che richiedono, secondo le normative vigenti, la dichiarazione di conformità alla regola d'arte, sono redatte  con allegati obbligatori e facoltativi,  redatti in tutte le loro parti.

 
 
 
PREVENTIVI ANCHE VIA E-MAIL
  
Clicca sull'immagine per realizzare un preventivo via e-mail. 
 
Si ricorda comunque, che la G.E.I., non essendo una ditta di muratori, effettua la copertura delle tracce e fissaggio delle scatole a grezzo, senza rifiniture, stuccature o patinature di alcun genere.
Ċ
Guido Gronchi,
23 ago 2020, 02:01
Ċ
Guido Gronchi,
23 ago 2020, 02:01
Comments